Aukey KM-G3 Recensione

Aukey KM-G3

Solida

Design accattivante

Blocco tasto Windows per il Gaming

Economica

Feedback sonoro ben scandito dagli switch blu Outemu

Assenza software

Copritasti economici, in ogni caso sostituibili con dei Cherry

aukey KM G3 tastiera economica con switch outemu

 

INDICE

 

Aukey KM-G3: la regina delle tastiere meccaniche economiche

Non potevo che iniziare la mia prima recensione sulle migliori tastiere meccaniche economiche partendo dalla Aukey KM-G3. È la prima tastiera meccanica che ho posseduto alla fine dell’ormai lontano 2016 e il fatto che tuttora venga prodotta in delle nuove varianti aggiornate è la dimostrazione dell’enorme successo che questa tastiera continua a riscontrare.

Aukey è un marchio piuttosto conosciuto e apprezzato nel segmento dei prodotti di fascia economica in quanto è affidabile. Quando acquisti un prodotto economico, vale anche per il gaming, bisogna essere consapevoli del fatto che bisogna andare incontro a qualche compromesso, non tutto sarà perfetto.

La Aukey KM-G3 ci è riuscita nel migliore dei modi offrendo un prodotto entry-level senza fronzoli, essenziale, perfetto per chi vuole affacciarsi al mondo delle tastiere meccaniche da gaming  ma dispone di un budget limitato. Andiamo a conoscerla da vicino.

aukey KM-G3 una delle migliori tastiere meccaniche economiche

 

Specifiche Tecniche

  • Marchio Aukey
  • Prodotto Aukey KM-G3
  • Tipologia Tastiera Meccanica
  • Switch Outemu Blu
  • Formato Full Size (43,4 x 13,5 x 3,7 cm)
  • Peso 1,2kg
  • Collegamento USB 2.0
  • Illuminazione RGB 10 varianti
  • Software assente
  • Frequenza di aggiornamento 1000hz

Design

Elegante nella sua spartanità, la Aukey KM-G3 a primo impatto non dà la sensazione di essere una tastiera di fascia medio-bassa. La tastiera si presenta solida, pesante, con un rivestimento in metallo nella scocca superiore che sa più di materiale premium piuttosto che economico.

Le rifiniture dei keycaps (copritasti), scocca inferiore e piedini sono, invece, interamente in plastica; si tratta di un materiale plastico di discreta qualità che comunque concorre a completare quel senso di robustezza generale che la tastiera emana.

specifiche tecniche aukey km-g3 presentazione nabboinformaticojpg

Un problema collegato alla scarsa qualità dei copritasti in plastica sta nel fatto che l’usura del tempo potrebbe scolorire quest’ultimi e addirittura, a lungo andare, potrebbero non essere più visibili. È uno dei compromessi da accettare quando si decide di acquistare una tastiera meccanica economica.

La buona notizia è che la Aukey KM-G3, essendo una tastiera meccanica compatibile con i keycaps Cherry, vi permetterà di utilizzare quest’ultimi, facilmente reperibili in rete, come rimpiazzo per i vecchi qualora ne avreste bisogno.

Il layout di questa tastiera è US, cioè in inglese: in realtà il modello che ho recensito è stato uno dei primi ad essere distribuito in Italia, adesso è facilmente reperibile anche in italiano.

I piedini, invisibili da qualsiasi angolazione, sono piuttosto larghi, rifiniti con un sottile strato di gomma nella parte inferiore in modo da  tenere ben salda questa tastiera meccanica piuttosto pesante.

aukey km-g3 piedini in gomma

Performance

La Aukey KM-G3 monta degli switch Outemu Blue. Si tratta di una versione giapponese economica dei ben più noti Cherry MX Blue.

[Qui la guida completa con tutto quello che c’è da sapere sugli switch meccanici ]

In sintesi, quando si parla di switch color Blu si fa riferimento, quasi sempre per convenzione, a degli switch meccanici piuttosto rumorosi dove a metà corsa, in corrispondenza dell’input generato da un tasto, abbiamo un feedback sonoro caratterizzato dal rumore di un click metallico ben scandito.

Se amate le tastiere meccaniche rumorose questa Aukey non vi deluderà, il feedback tattile e sonoro che restituisce è davvero piacevole.

Presente ovviamente  anche la funzione anti-ghosting a 104 tasti e i classici tasti multimediali attivabili tramite FN + tasti funzione.

Switch Outemu Blu nella Aukey KM G3, feedback sonoro e tattile

Nonostante non abbia un software per la personalizzazione degli effetti di illuminazione, la Aukey KM-G3 dispone comunque di 10 varianti di illuminazione RGB, attivabili a livello hardware tramite la pressione del testo FN + il tasto INS. Potrete scegliere  ad esempio tra effetti ad arcobaleno, monocolore rosso fiammeggiante, illuminazione ad impulsi. Quest’ultima opzione è davvero ad effetto in quanto la tastiera si illumina soltanto in corrispondenza dei tasti che vengono schiacciati, spiegando nel migliore dei modi la tecnologia dell’anti-gosthing. 

Tramite la combo FN+ tasto Windows disattiverete proprio il tasto Windows: questa opzione vi permetterà di evitare di ridurre qualsiasi gioco ad icona mentre state giocando a schermo intero, funzione vitale per i Gamers!

Prezzo e Conclusioni

Pur essendo una tastiera gaming di fascia medio bassa Aukey è riuscita a sfornare un prodotto elegante, solido, robusto con un feedback tattile sonoro che non ha nulla da invidiare ai brand più blasonati.

Certo non avere a disposizione nessun software significa personalizzazione ridotta ai minimi termini: non potrete riassegnare i tasti, non potrete creare macro, non avrete la possibilità di creare profili personalizzati per ogni gioco e non potrete sincronizzarla con le altre componenti che hanno effetti RGB.

Se queste funzioni opzionali per voi non sono importanti, se avete un budget piuttosto ristretto ma state cercando comunque un prodotto affidabile, con un prezzo inferiore alle 60€ (durante il Black Friday o le offerte lampo si trova anche a meno di 50€) la Aukey KM-G3 è una scelta consigliata

Clicca qui per condividere l'articolo se ti è stato utile
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.