SSD per gaming: i migliori da 250, 500 e 1 TB

Gli ssd, permettono grazie alla loro tecnologia di rendere notevolmente più veloce il proprio pc. Che sia fisso o portatile, grazie ad un ssd di ultima generazione, è possibile avviare Windows 10 in un istante o caricare giochi pesanti come World of Warcraft in una manciata di secondi.

Il guadagno in velocità non è il solo punto di forza rispetto ai vecchi hard disk: infatti sono più silenziosi, consumano meno energia elettrica e , cosa più importante, il loro fattore di forma (cioè la loro grandezza) è più contenuta rispetto ai classici HDD da 3,5 pollici  essendo o Sata da 2,5 pollici o M.2, di dimensioni ancora più ridotte.

Alcuni miti da sfatare

Fino a qualche anno fa gli ssd erano abbastanza costosi, inoltre era necessario applicare tutta una serie di passaggi al fine di ottimizzare e soprattutto preservarne le prestazioni. Gli ssd,infatti ,hanno un numero di scritture limitate che varia in base alle dimensioni del disco. Si consigliava quindi di disattivare diverse opzioni in Windows, come il ripristino configurazione di sistema, la deframmentazione, l’indicizzazione, per evitare scritture superflue e danneggiamenti.

Gli attuali sistemi operativi, Microsoft 10 in primis, sono predisposti per configurarsi automaticamente al meglio con gli ssd. Il prezzo di quest’ultimi è calato notevolmente anche se ,a parità di archiviazione tuttora la soluzione migliore in termini di rapporto qualità prezzo è quella di usare un ssd  (da almeno 250gb) per far girare il sistema operativo (Windows, Linux..ecc) e un hard disk classico da almeno 1Terabyte da usare come semplice archivio dati per foto, musica, video e via dicendo. Ecco quindi una suddivisione in base a fattore di forma, spazio archiviazione dei migliori ssd in commercio.

Sata da 2,5″ – 250GB – velocità di lettura/scrittura in media 500-550mbs

Samsung 850 EVO

Crucial MX500 – 250 gb

SanDisk 250gb ultra3D

Sata 2,5″ da 500gb e 750 gb

Crucial MX300

Samsung 860 EVO, 500 GB

M.2 con uscita NVME da 1TB: velocità lettura/scrittura in media 3500/2500mbs

Samsung 960 evo M.2

Samsung 970 EVO, 1 TB, M.2, NVMe

Conclusioni

Gli ssd stanno rivoluzionando il mondo dell’archiviazione dati, utilizzati sempre più spesso anche nei server di grosse banche dati, come Google stesso. Un buon ssd fa la differenza rispetto all’acquisto di un nuovo processore o di una nuova scheda video, soprattutto se il problema è il caricamento  di programmi o di giochi o procedure di backup con molti dati da salvare.

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Un commento

  1. Pingback:Trasformare un hard disk interno in esterno portatile - Il Nabbo Informatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.