Steelseries Sensei Ten | Recensione

Steelseries Sensei Ten · Recensione Lampo

 

mouse gaming Steelseries Sensei Ten Recensione

Sensore top di gamma

Superba ergonomia

Simmetrico, ideale per mancini

10 pulsanti programmabili

Piedini in PTFE

Switch omologati per 60 milioni di click

Cavo resistente ma un po’troppo rigido

 

 

 

 

INDICE

 

Steelseries Sensei Ten · Il maestro è tornato

Non poteva mancare un prodotto Steelseries tra le recensioni dei migliori mouse gaming del 2020. La parola Ten in giapponese è un idioma che significa Paradiso, nel nostro caso però ha un duplice significato perché Steelseries, a 10 anni di distanza dal primo mouse gaming di successo per fps, il Sensei, ne ripropone una nuova versione celebrativa, il Sensei Ten. Riuscirà a far meglio del suo predecessore? Andiamo a scoprirlo insieme.

Steelseries Sensei Ten miglior mouse gaming per mancini

Steelseries Sensei Ten

 

Steelseries Sensei Ten specifiche

Specifiche Tecniche

  • Marchio Steelseries
  • Prodotto Sensei Ten
  • DPI 18.000
  • Tasti 10 pulsanti programmabili
  • Sensore Ottico TrueMove Pro
  • IPS 450
  • LOD 2 mm
  • Dimensioni  12,6 x 6,8 x 3,9 cm
  • Peso 92 g
  • Collegamento Cavo USB (lunghezza 2 m) 
  • Illuminazione RGB PrismSync
  • Software Steelseries Engine
  • Polling rate 1000 hz

 

Design

In virtù della sua forma perfettamente simmetrica, il Sensei Ten è sicuramente il paradiso dei giocatori mancini o ambidestri. Non è facile trovare un mouse gaming per fps, con specifiche recenti, studiato in maniera tale da favorire non solo qualsiasi tipo di presa (claw, palm, fingertip), ma anche chi gioca e clicca con la mano sinistra, trattandosi di una minoranza rispetto ai destrorsi.

Steelseries Sensei Ten miglior mouse gaming fps per ambidestri

Perfetta simmetria tra i due lati

Il mouse è molto comodo, il rivestimento in plastica ABS opaca non lascia segni o aloni, rendendo confortevole la presa anche per lunghe sessioni di gioco. Il Sensei Ten pesa soltanto 92 grammi, cavo escluso, forse l’unico neo di questo prodotto. Il cavo infatti, lungo 2 metri, è sicuramente robusto, ma un po’ troppo rigido rispetto agli standard fissati da altri prodotti concorrenti dello stesso livello, come il Razer Deathadder V2 e il Cooler Master MM710.

Steelseries Sensei Ten rotella con scanalature

Rivestimento in plastica ABS

La rotellina è ben salda e scorre in maniera fluida. Il rivestimento gommato di quest’ultima presenta delle scanalature per scandire in maniera efficace ogni singolo input. A proposito di input, anche se tecnicamente i tasti fisici sono 8, in realtà i pulsanti programmabili sono ben 10, in quanto la rotella da vita a tre input (sopra, sotto, click centrale). Da un punto di vista hardware, invece, i pulsanti incorporano degli switch proprietari garantiti con un ciclo di vita pari ad almeno 60 milioni di click.

teelseries Sensei Ten piedini in PTFE

Base trasparente con piedini in PTFE

Sul fondo troviamo una chicca, il rivestimento plastico alla base è trasparente e lascia intravedere il chip interno dove risiede il potente sensore TrueMove Pro da 18.000 DPI. I piedini sono realizzati in PTFE, un materiale utilizzato per il rivestimento delle pentole anti-aderenti che ormai è diventato uno standard da impiegare anche nei migliori mouse da gaming, in quanto permette di scivolare in maniera fluida sui tappetini riducendone l’attrito.

 

Software

Steelseries Engine è il software proprietario che vi permetterà di configurare al meglio il vostro Sensei Ten. Il programma è sicuramente un punto di forza per questo mouse gaming. Interfaccia semplice e pulita con tutte le possibili opzioni di configurazione racchiuse in una singola schermata. A sinistra, sotto la voce configurazioni, potrete creare i vostri profili: quest’ultimi potranno essere salvati in cloud e richiamati quando vorrete tramite una registrazione al portale Steelseries. Potrete inoltre salvare 5 profili direttamente nella memoria integrata del Sensei Ten. Nella parte centrale della schermata troviamo la rappresentazione del mouse con i suoi 8 pulsanti fisici che in realtà lasciano spazio a 10 pulsanti programmabili, grazie alla triplice funzione d’input della rotella. Potrete assegnare nuovi tasti, creare macro, funzioni multimediali, abbinare profili ad un pulsante e molto altro ancora in maniera semplice ed intuitiva.

Steelseries Sensei Ten software Engine

Steelseries Engine, menù configurazione Sensei Ten

I 5 livelli DPI possono variare da un minimo di 50 fino ad un massimo di 18.000 con step incrementali di 50 unità. Molto utile, a mio avviso, il trafiletto di tre righe dove Steelseries riassume in maniera concisa ed efficace il concetto di DPI/CPI facendo luce su quella che è la funzionalità principale di un mouse gaming. Per quanto riguarda le altre impostazioni, ovvero accelerazione mouse, correzione automatica del tracciamento e polling rate, potrete semplicemente ignorarle. Sono già settate al meglio, ovvero tutte disattivate e con il polling rate al massimo. Per chi volesse approfondire l’argomento qui trovate la guida completa su come impostare al meglio un mouse gaming.

 

Effetti RGB

Cliccando sulla rotella e sul logo Steelseries potrete accedere al menù per impostare gli effetti RGB. Le due zone sono indipendenti tra loro e ciò significa che potrete decidere se utilizzare effetti di retroilluminazione in sincronia o separati, utilizzando quindi tonalità diverse per un zona piuttosto che un’altra. La scelta varia tra effetti statici e un crescendo di effetti dinamici che raggiunge il suo apice nell’utilizzo della tecnologia Reactive Lighting dove le luci seguiranno il ritmo dettato dai vostri click. Se siete in possesso di altri prodotti Steelseries come tastiere e cuffie gaming potrete dar vita, ovviamente, ad una spettacolare sincronizzazione dinamica.

Steelseries Sensei Ten software Engine effetti RGB

Configurazione effetti RGB

 

Performance

All’interno dello Steelseries Sensei Ten troviamo uno dei sensori ottici più potenti del momento, il TrueMove Pro con una capacità di 18 mila DPI e un IPS pari a 450. Il sensore incorpora una tecnologia di assestamento automatico, chiamata da Steelseries tilt tracking, basata sulla lift off distance che si attesta sui 2 mm. In pratica se utilizzate una sensibilità bassa e muovete tantissimo il mouse, sollevandolo spesso, questa tecnologia vi assicura la massima precisione nel tracciamento nei frangenti in cui alzate e riabbassate il Sensei Ten per riportarlo in posizione.

Steelseries Sensei Ten sensore ottico TrueMove PRo

Precisione assicurata dai 450 IPS e il sistema Tilt Tracking

Non sono un player mancino, ma date le forme perfettamente simmetriche, posso confermare con certezza che anche se siete mancini o ambidestri questo mouse risulterà perfetto in quanto a comfort e prestazioni. Grazie al suo design neutro serve davvero poco tempo per abituarsi alle sue forme. L’unica presa scomoda potrebbe essere la Fingertip Grip se avete delle mani piuttosto piccole, essendo il mouse abbastanza largo, ma stiamo parlando di un tipo di impugnatura particolare, utilizzata principalmente dai giocatori professionisti.

Giocando ad Overwatch, Palm Grip, sono entrato subito in confidenza con i miei personaggi preferiti ovvero McCree e Soldier. Con quest’ultimo, utilizzando le mie impostazioni personali 1200 DPI, 4.00 sens, ho potuto constatare la reale qualità del sensore con un tracciamento preciso anche nei micro spostamenti. I click dei pulsanti sono sempre reattivi e il mouse scivola in maniera fluida grazie ai larghi piedini in PTFE. Discorso analogo in COD Warzone, virate a 180 gradi comode e precise, mirino in sniping sempre al posto giusto.

 

Prezzo e considerazioni finali

Sensei Ten ha mantenuto le promesse non facendo rimpiangere il suo predecessore. Ci troviamo di fronte ad un prodotto di punta nella categoria migliori mouse gaming per FPS. Prestazioni al top assicurate dalla qualità del sensore. Comfort estremo grazie a un design neutrale e perfettamente simmetrico. Il prezzo si attesta intorno alle 70,00 euro, perfettamente in linea con il segmento dei mouse da gioco cablati di fascia alta. Se siete amanti degli FPS e allo stesso tempo mancini o ambidestri, lo Steelseries Sensei Ten è la scelta numero uno.

Steelseries Sensei Ten verdetto finale

Sensei Ten miglior mouse gaming per ambidestri

Seguite le nostre pagine per restare sempre aggiornati
Se l'articolo vi è piaciuto qui potete condividerlo
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.